background
logotype

Solennità del Santo Padre Domenico nel Giubileo Domenicano

San Domenico statua lignea
Come si presentava il nostro Santo Padre e Maestro? La Beata Cecilia, con quel tocco che è propriamente femminile, ce ne offre un bel ritratto: "Il Beato Domenico aveva questo aspetto: era di media statura ed esile di corpo; aveva un bel viso e la carnagione un tantino rosea; i capelli e la barba tendevano al rosso; gli occhi erano belli. Dalla sua fronte e di fra le ciglia irradiava un certo splendore che a tutti ispirava rispetto e simpatia. Rimaneva sempre sereno e sorridente, tranne quando era addolorato per qualche angustia del prossimo. Aveva lunghe e belle mani ed una voce forte e armoniosa. Non fu mai calvo, ma aveva la corona della rasatura tutta intera, cosparsa di qualche capello bianco". E il Beato Giordano, nel Libellus, scende ancora più in profondità e spiega perché Domenico aveva un volto così bello, così radioso, così solare: "E poiché il cuore gioioso rende sereno il volto, tradiva la placida compostezza dell'uomo interiore con la bontà esterna e la giovialità dell'aspetto.
 

Poiché la testimonianza della sua buona coscienza rischiarava continuamente d'una grande gioia il suo volto, lo splendore del suo viso non si perdeva per la terra". Domenico aveva il cuore ricolmo dell'amore di Dio, per questo la sua esistenza era avvolta dalla luce bellissima di Cristo risorto, per questo il suo volto era trasfigurato… e con questa gioia pura e semplice, contagiava tutti: annota sempre il Beato Giordano di Sassonia: "Poiché amava tutti, da tutti era amato". La Misericordia possiamo e dobbiamo viverla, anzittutto con un volto che comunichi il Cristo, crocifisso risorto; con una vita che profumi di Vangelo; con delle mani che sappiano abbracciare in nome del Signore, Volto della Misericordia del Padre; con una bocca che non smetta mai di cantare: in aeternum misericordias Eius.

In questo giubileo per gli 800 anni di vita del nostro Ordine, nel contesto dell'Anno santo della Misericordia, impariamo da Domenico ad essere uomini e donne sui quali e dai quali risplende e si propaga la bellezza di Cristo!

 

 

San Domenico de Guzman - jubileum

 

Novus athléta Dómini
collaudétur Domínicus,
qui rem confórmat nómini,
vir factus evangélicus


Proprio OP, Ufficio delle letture, Inno

 

 

 

 

Autore

Emanuele Paparella

 

 

FLD Firenze - logo